Soluzioni ed internazionalizzazione per l'impresa

Servizi Italia

Progetti POR (Programma Operativo Regionale)

AVVISI REGIONALI PUBBLICI PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI A PROGRAMMI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PMI.

OBIETTIVO
Supportare le PMI italiane nell’acquisizione di servizi specialistici per l’internazionalizzazione.

BENEFICIARI
PMI, in forma singola o associata, che hanno sede legale e operativa in Italia e che operano in uno dei seguenti settori:

  • Aerospazio (Settore aeronautico; settore spazio; settore difesa e sicurezza);
  • Beni culturali, Turismo, Edilizia sostenibile (Sistema dell’Industria della Cultura; Turismo;
         Costruzioni ed Edilizia);
  • Biotecnologie, Salute dell’uomo, Agroalimentare (Settore farmaceutico; Settore dei dispositivi
         medici/biomedicale; Settore del pure biotech; Settore agroindustriale);
  • Energia e Ambiente (Settore produzione energia elettrica; Settore conversione e accumulo
         energia; Settore dispositivi per la misurazione e l’erogazione di energia elettrica; Settore sicurezza
         del territorio e gestione delle risorse ambientali; Settore bioplastiche e biochemicals);
  • Materiali avanzati e Nanotecnologie;
  • Trasporti di superficie, Logistica (Settore automotive; Settore delle costruzioni dei veicoli e dei
         sistemi di trasporto su rotaia; Logistica portuale e aeroportuale);
  • Tessile, Abbigliamento, Calzature.

    TIPOLOGIA DI AGEVOLAZIONI
  • Aiuti “de minimis”.

    SOGLIA DI INVESTIMENTO
  • Progetti presentati da in forma singola: sovvenzione pari al 70% delle spese ammesse e
         comunque nella misura massima di Euro 150.000,00;
  • Progetti presentati da Aggregazioni Temporanee (Reti-contratto): sovvenzione pari al 70% delle
         spese ammesse e comunque nella misura massima di Euro 150.000,00 per singola MPMI
         aderente e di Euro 500.000,00 per l’intero Programma di Internazionalizzazione.

    SPESE AMMISSIBILI
  • Partecipazione a fiere e saloni internazionali;
  • Incoming di operatori esteri presso la sede del beneficiario;
  • Incontri bilaterali tra operatori italiani ed operatori esteri, workshop e seminari all’estero o in
         Italia;
  • Utilizzo temporaneo (massimo 12 mesi) di uffici e/o sale espositive all’estero;
  • Azioni di comunicazione;
  • Supporto specialistico;
  • Le spese ammissibili si intendono al netto di I.V.A., se recuperabile, bolli, spese bancarie, interessi
         e ogni altra imposta e/o onere accessorio.

    PROCEDURA
  • Valutativa a sportello.

    ALLEGATI

  •    Servizi Italia